TORINO, una città tutta da scoprire

Per noi Torino è stata veramente una città tutta da scoprire o per meglio dire una vera scoperta, abbiamo trovato una città che non ci aspettavamo, vivace ed elegante, piena di storia con i suoi palazzi barocchi , i musei, le vie porticate piene di vita, le piazze bellissime ed ognuna con una sua storia.

Dall’autostrada per arrivare a Torino la cosa che ci ha colpito maggiormente è stata l’imponenza delle vette innevate delle Alpi che sovrastano la città, un paesaggio quasi fiabesco, sembrava che le montagne stessero lì, tutte in riga ad aspettarci. Scesi dalla macchina l’aria frizzante e quasi pungente di montagna si è subito fatta sentire ma armati di sciarpa, guanti e cappello siamo pronti ad affrontare al meglio la bella passeggiata per scoprire Torino.

La nostra passeggiata inizia dal capolinea del 72 a Siccardi, da li percorriamo via Siccardi, via antonio Bertola e via Pietro Miccia fino ad arrivare a piazza Castello, l’imponente piazza che ospita Palazzo Madama e che ha sullo sfondo il Palazzo Reale. In questa piazza potrete trovare un’edicola che è anche il punto di partenza del trenino che vi condurrà alla scoperta delle zone più interessanti della città, il percorso dura 45 minuti ed il costo è di 12 euro gli adulti e 6 i bambini. Palazzo Madama che è stato il primo Senato del Regno d’Italia ora ospita il Museo Civico, il costo è di 12 euro e bambini sotto 18 anni gratuiti.

L’imponente recinzione in ferro di color verde presente nella piazza ci apre il passaggio verso il Palazzo Reale, una costruzione bianca e gialla che fu la dimora storica della famiglia Savoia , nominata patrimonio dell‘UNESCO dal 1997 vi accoglierà con il lusso e l’ostentazione architettonica degna dei reali, saloni immensi in stile barocco con oro e lustrini ovunque. Si possono ammirare anche i giardini Reali.

Torino
Palazzo Madama, Torino
Palazzo Reale, Torino
Piazza Castello, Torino

Uscendo dal Palazzo Reale, sulla sinistra vediamo la punta di un palazzo e sicuramente deve trattarsi della Mole Antonelliana quindi decidiamo di dirigerci in quella direzione, attraversiamo piazza Castello e percorriamo via Giuseppe verdi fino a raggiungere il gabiotto delle informazioni e lì a sinistra eccolo, altissimo il monumento stretto tra i palazzi, è molo affascinante ma sinceramente mi aspettavo una visuale migliore, me lo immaginavo in una grande piazza, invece così stretto nella via non si riesce ad ammirarlo ed apprezzarlo come si dovrebbe. Il costo per visitare il museo e salire per guardare la città dall’alto è di 17 euro però si può decidere di fare anche solo una delle due cose.

Questo monumento mi fa ricordare un po la mia infanzia, quando andavo a trovare mia nonna e sul comò della camera aveva proprio una riproduzione della Mole Antonelliana portatagli dai parenti che abbiamo qui a Torino.

Mole Antonelliana, Torino

Adesso ci dirigiamo a Piazza Carlo Emanuele II, piazza Carlina, qui nel periodo di occupazione francese vi fu innalzata la ghigliottina attiva fino al 1814, al centro vi è il monumento di Cavour. Tramite Via Principe Amedeo arriviamo a piazza Carlo Alberto ed infine a piazza Carignano, l’imponenza del palazzo tutto ricoperto di mattoncini rossi sicuramente ci lascia stupiti, entriamo e di fronte a noi ammiriamo tre enormi arcate che portano al cortile del palazzo anche questo tutto ricoperto di mattoncini rossi. L’ingresso al palazzo costa solo 5,00 euro e ti mostra il museo Nazionale del Risorgimento presente all’interno del palazzo. Difronte alla piazza si trova via Accademia delle Scienze con l’ingresso del Museo Egizio, il più antico museo a livello mondiale interamente dedicato agli Egizi. Il costo è di 20 euro e anche i ragazzi pagano con un piccolissimo sconto, aperta il lunedì 9.00-14.00 e da martedì a domenica 9.00-18.30, il tour dura circa 2/3 ore.

Piazza Carlo Emanuele II, Torino
Palazzo Carignano, Torino
Palazzo Carignano
Museo Egizio, Torino

Non poteva mancare una passeggiata nella via centrale, quella dedicata allo shopping, via Roma, piena di vita con acrobati e musicisti che intrattengono i turisti durante i loro acquisti. Arriviamo a piazza San Carlo con il monumento ad Emanuele Filiberto al centro e le due chiese, quella di San Carlo Borromeo e di Santa Cristina posizionate alla fine della piazza, in lontananza si può vedere la stazione ferroviaria di Porta Nuova che è centralissima alla città quindi se deciderete di arrivare con il treno ricordatevi di questa fermata che vi condurrà direttamente nel cuore pulsante di Torino.

Via Roma, Torino

Avremmo voluto visitare molto di più, perché sappiamo che c’è anche dell’altro da vedere ma purtroppo il tempo a nostra disposizione non era moltissimo, sicuramente vogliamo ritornare per continuare la nostra visita della città e per assaggiare il famoso Bicerin di cui abbiamo tanto sentito parlare ma che non sono riuscita ad assaggiare tanto ero presa dal vedere la città.

Da Torino con circa un’ora di automobile vi troverete nella magnifica località sciistica delle VIA LATTEA e quindi Sestriere, San Sicario ecc.

Potrebbe interessarvi anche LO STADIO DI TORINO, RITROVO PER TUTTA LA FAMIGLIA

 

Se avete delle curiosità sulla città o delle cose particolari da vedere fatemi sapere che lo terreno in mente per la nostra prossima visita, che spero avverrà presto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *