10 GIORNI ALLE SEYCHELLES

10 giorni alle Seychelles

10 giorni alle Seychelles per ammirare il magnifico mare e la natura prorompente che queste isole offrono. Tutte le informazioni per organizzare un viaggio di 10 giorni nel magnifico arcipelago dell’oceano indiano.

Il nostro sogno di visitare le Seychelles inizia diversi anni fa, quando un nostro amico le visitò e dalle sue foto ci innamorammo immediatamente. Per vari motivi il viaggio è stato rimandato di anno in anno e adesso finalmente il nostro sogno si è avverato.

Ottobre è sicuramente il periodo migliore per visitare le Seychelles per l’assenza o quasi di pioggia e di vento. Queste isole sono veramente spettacolari, piene di luoghi con una vegetazione lussureggiante, animali centenari e piccoli uccelli appena nati, spiagge bianchissime della consistenza del borotalco e rocce granitiche dalle forme più bizzarre. Una cucina speziata che ci ha conquistato, nonostante non sia abituata a questo tipo di cibo, il profumo della vaniglia nel te e del cocco nel rum. Fiori bellissimi e cocchi giganti, questo e molto altro in questo arcipelago spettacolare nell’oceano Indiano .

Seychelles, la Digue
Seychelles, la Digue, Anse Source D’Argent

IL VOLO E GLI SPOSTAMENTI

La nostra decisione di partire per trascorrere 10 giorni alle Seychelles è stata presa all’ultimo minuto e la cosa che ci preoccupava maggiormente era il costo dei biglietti. Si sa, prenotando troppo sotto data il costo dei biglietti aerei aumenta notevolmente. Mi sono messa immediatamente su Skyskanner ed ho trovato il volo con Ethiopian ad un buon prezzo, potrebbe interessarvi anche SEYCHELLES LOW COST, risparmiare si può. Il passo successivo era decidere quali isole visitare e prenotare gli spostamenti tra le isole, io ho prenotato sul sito di Seychelles Ferries, guardate anche Seychelles, organizzare gli spostamenti tra le isole.

 

GLI ALLOGGI

Dopo aver prenotato i vari spostamenti dobbiamo scegliere gli alloggi per i nostri 10 giorni alle Seychelles. Abbiamo deciso di  soggiornare 2 giorni a La Digue e 7 a Praslin, l’ultimo giorno, prima della partenza, lo dedicheremo ad una bella escursione a Mahe, l’isola grande.

A La Digue abbiamo trovato una buona offerta, l’unica in quel momento a quel prezzo, al Vanilla Guest House ad 80 euro a notte per 2 persone, a La Passe vicino al porto e alla stazione della polizia. Ho contattato la signora Bibi, proprietaria della guest house, e ci verrà a prendere al molo, terrà in custodia le nostre valigie l’ultimo giorno in modo da poter sfruttare tutto il giorno per visitare l’isola. L’ho trovata una persona molto gentile ed accogliente, la mattina ci lasciava sempre la frutta fresca e te, caffè, acqua in cucina a disposizione. Se devo essere sincera l’alloggio non era un gran che però ripagato dalla gentilezza della signora, sempre disponibile e presente per ogni informazione ed aiuto. La mail della signora Bibi lyjerbibi@yahoo.co.uk . Dei ragazzi conosciuti sull’isola mi hanno parlato molto bene del loro alloggio alla Villa Famiglia di Max e Roger anche questa vicino al porto, comunque su https://www.airbnb.it e booking troverete molte offerte.

Io vi consiglio di scegliere un alloggio a la Passe, comunque vicino al centro perché l’isola è sprovvista di luci, il sole tramonta alle 18 e se dovete uscire per cena o una passeggiata avrete difficoltà nel vedere la strada. Ricordate che a La Digue si gira solamente a piedi o in bici.

A Praslin , tramite un nostro conoscente che vive li, abbiamo alloggiato a LES 4 ETOILES  a Baie Sante Anne, 2 passi da Cotè D’Or, Email les4etoiles@seychelles.net . Un complesso di 4 villette deliziose con cucina e piscina, ve lo straconsiglio.

Les 4 Etoiles, Praslin. Seychelles
Les 4 Etoiles, Praslin. Seychelles

INTERNET E TELEFONO

Non tutte le guest house hanno la wifi a disposizione e anche per telefonare non ci sono molte offerte dagli operatori italiani.  Per i nostri 10 giorni alle Seychelles, abbiamo acquistato una scheda internazionale con 3.7 GB e 60 minuti di telefonate a 39 euro ricaricabile. Proprio appena fuori dall’aeroporto troverete 2 gabiotti con i due operatori delle isole dove potrete acquistare e farvi installare direttamente da loro la scheda.

 

10 GIORNI ALLE SEYCHELLES

Partenza da Fiumicino venerdì alle 23.00. Decolliamo in orario ed atterriamo, dopo 5 ore e più, all’aeroporto di Addis Ababa. Si riparte dopo 3 ore, che passano velocissimamente all’interno dell’aeroporto pieno di negozi e di splenditi lettini dove abbiamo fatto anche un riposino. Arriviamo all’aeroporto di Mahe sabato alle 14.00 ora locale. Ricordate che le Seychelles stanno 2 ore avanti all’Italia. Sbrigate le formalità, molto velocemente, usciamo dall’aeroporto ed acquistiamo la scheda per il telefono. Ci incamminiamo per prendere il pullman che ci trasporterà al porto al costo di 70 rupie, circa 50 centesimi. Nel frattempo una schiera di tassisti iniziano a farci il filo per convincerci a prendere il taxi, ci chiedono 35 euro, quando vedono che siamo intenzionati a prendere il pullman abbassano il presso e ci offrono il tragitto a 15 euro, allora accettiamo.

Arriviamo al porto di Victoria e ritiriamo i nostri biglietti per il traghetto veloce all’ufficio Creole, alle 16.30 partiamo alla volta di Praslin per un cambio imbarcazione che ci porterà a La Digue, dove arriviamo alle 17.40 circa.

I nostri 10 giorni alle Seychelles sono ufficialmente iniziati.

LA DIGUE

Ad attenderci al molo la signora della guest house insieme al nipote che, caricandosi i bagagli in bici, ci conducono all’alloggio. Affittiamo le biciclette sempre dalla signora Bibi, che saranno il nostro mezzo di trasporto per questi 2 giorni. La signora ci aspetterà al porto per mostrarci e consigliarci dove mangiare e altro, quindi, posate le valige, una rinfrescata veloce ed usciamo per cena. Il sole tramonta alle 18.00 qui alle Seychelles, non ci resta che cenare visto che sono ormai quasi le 19.00. Bibi ci consiglia il take away, dove anche lei prende il pasto, e ci sediamo a dei tavoli vicini, quasi in riva la mare, per consumare il nostro pasto veloce e super economico.

  • 1° giorno a La Digue: decidiamo di andare subito a visitare la spiaggia più bella delle Seychelles e forse anche del mondo, a detta di molti, Anse Source D’Argent. Percorriamo la strada con la bicicletta tra palme e scorci di mare fino ad arrivare alla fattoria dove, pagando un biglietto di 125 rupie, entriamo e l’attraversiamo fino ad arrivare alla bellissima spiaggia bianca con il mare cristallino e gli immensi sassi di granito sparsi ovunque. Trascorriamo tutta la giornata in relax al mare fino al tramonto. Rientriamo a casa e, fatta una sosta al market per prendere alcune cose da mangiare e bere, ci prepariamo un piatto di pasta. Usciamo per una breve passeggiata serale.
  • 2° giorno a La Digue: dopo il riposo di ieri, oggi decidiamo di visitare per bene l’isola, iniziamo con il percorrere la strada che porta alle 3 spiagge più famose, dopo anse souce d’argent. La strada è abbastanza lunga e con salite e discese, ma bellissima all’interno della fitta vegetazione dell’isola. Arriviamo a Grande Anse dove, lasciata la bici, proseguiamo a piedi per i percorsi che ci condurranno a Petit Anse e Anse Coco, 30 minuti circa di passeggiata tra montagne e vallate nella fitta vegetazione di la Digue. Dopo un bagno e un po di relax ritorniamo alle nostre biciclette e decidiamo di dirigerci dall’altra parte dell’isola, per ammirare tutta la costa. A questa ora, ormai sono quasi le 13.00, le strade sono molto trafficate, molti bambini tornato da scuola con le biciclette e alcuni furgoncini per il trasporto di persone. Attraversiamo la Passe e pedaliamo in direzione Anse Patates fino ad arrivare, stremati, ad Anse Fourmis, cioè alla fine della strada, così facendo abbiamo avuto la possibilità di ammirare tutte le spiagge dell’isola dove ci fermiamo per un bagno ed un po di riposo fino al momento del nostro traghetto per Praslin alle 17.00.
la Digue, Seychelles
La Digue, Seychelles
la Digue, Seychelles
La Digue, Seychelles
Lucertola delle Seychelles
Lucertola delle Seychelles
Anse Source d'Argent, Seychelles
Anse Source d’Argent, Seychelles
Grande Anse, la Digue, Seychelles
Grande Anse, la Digue, Seychelles
Fine della strada di La Digue Seychelles
Fine della strada di La Digue Seychelles

PRASLIN

I nostri 10 giorni alle Seychelles proseguono, ad attenderci al molo il nostro conoscente quì a Praslin, Aldo, che ci condurrà alla nostra nuova abitazione e poi, dopo una doccia, a cena da lui, dove abbiamo mangiato alcune cose tipiche.

  • 1° giorno a Praslin: dopo una buona colazione ed una bella passeggiata per ammirare tutta la spiaggia di Cotè D’Or, Aldo ci conduce a fare una passeggiata tra le via di Praslin. Andiamo da un suo amico contadino dall’altra parte dell’isola, per prendere l’acqua e ammirare tutte le coltivazioni di frutta e verdura presente. Aldo è una guida spettacolare e conosce bene l’isola, vivendoci da più di 10 anni, ci spiega tutti i frutti e gli alberi presenti nella piantagione, dalla banana al mango, papaia, albero del pane, peperoncini, ed un miliardo di altre coltivazioni. Prendiamo l’acqua per bere, buonissima, e ritorniamo a casa ed al mare per finire la giornata quì ad Anse Volbert. Terrorizzati dai sand flys, degli animaletti quasi invisibili che pungendoti ti lasciano il ponfo per alcuni giorni, Aldo ci ha prontamente dato un repellente ed un po li abbiamo tenuti alla larga, qualche punturina l’abbiano sentita ma sinceramente niente di così terrorizzante come ci avevano raccontato.
  • 2° giorno a Praslin: oggi decidiamo di andare con il pullman ad Anse Lazio,la spiaggia più bella e rinomata di Praslin. Al costo di 70 rupie arriviamo al capolinea del pullman e poi da quì una bella camminata fino ad alla spiaggia, bellissima, bianca con i classici massi di granito delle Seychelles ed un’acqua cristallina spettacolare. Dopo aver visitato tutte le insenature presenti, trascorriamo la giornata in relax sotto ad una palma quì ad Anse Lazio. Sempre con il pullman torniamo a Cotè D’Or per qualche acquisto al market e poi a cena.
  • 3° giorno a Priaslin: per questa mattina abbiamo organizzato una bella escursione alle isole. Visiteremo Cousin, l’isola degli uccelli, Curieuse, l’isola delle tartarughe giganti e St. Pierre per fare dello snorkeling . Farò un post apposito prossimamente.
  • 4° giorno a Praslin: questa mattina ritiriamo l’automobile. Con un po di nervosismo abbiamo deciso che gli ultimi tre giorni ci muoveremo in macchina per avere una maggiore autonomia ma, le strade di Praslin ci mettono un po di pensiero, sia perché hanno la guida a sinistra e perché sono piuttosto strette. Ritirata la macchina vicino al molo, decidiamo di visitare l’altro lato dell’isola, quindi dalla baia di St Anne  proseguiamo per anse Consolation e proseguiamo lungo la costa fino ad arrivare ad Anse Kerlan, cioè alla fine della strada. Incontriamo delle belle spiagge ma con un po troppe alghe per i nostri gusti, quindi decidiamo di tornare dall’altro lato dell’isola, passando di fronte all’entrata di Valle de Mai e ci rechiamo a Anse Takamaka, di fronte all’hotel Raffles, molto carina. La nostra giornata trascorre così, visitando le spiagge.
  • 5° giorno a Praslin: questa mattina visiteremo la Valle De Mai, un parco naturale che si trova al centro di Praslin ed ospita il coco de mer , il cocco più grande al mondo. Consiglio di prendere una guida, ne troverete all’ingresso del parco. La giornata decidiamo di terminarla nella nostra spiaggia preferita, per il momento, quì a Praslin, Anse Lazio.
  • 6° giorno a Praslin: per oggi abbiamo prenotato anse Georgette, una bellissima spiaggia all’interno del lussuoso hotel Lémuria, ricordate di prenotarla almeno con 3 giorni di anticipo. Ci svegliamo con il cielo coperto e la pioggia, proprio oggi che è il nostro ultimo giorno qui a Praslin. Facciamo una passeggiata con una sosta piacevolissima ad una festa con tanto di Vescovo. Il cielo si apre e con il sole ci dirigiamo ad Anse Georgette dove trascorriamo la giornata.
Praslin, Seychelles. Dal contadino
Praslin, Seychelles. Dal contadino
Anse Lazio, Praslin. Seychelles
Anse Lazio, Praslin. Seychelles
uccelli di Cousin, Seychelles
uccelli di Cousin, Seychelles
Tartarughe di Courieuse, Seychelles
Tartarughe di Courieuse, Seychelles
Valle de Mai, Praslin. Seychelles
Valle de Mai, Praslin. Seychelles

MAHE

Questa mattina ci svegliamo di buon ora perché dobbiamo lasciare l’isola di Praslin per recarci all’isola di Mahé, è l’ultimo giorno che trascorriamo alle Seychelles. Prendiamo il traghetto al porto ed arriviamo a Victoria intorno alle 10.00. Sbrigate alcune pratiche e lasciati i bagagli all’ufficio Creole, ci hanno fatto questa cortesia a causa di un loro disguido, proseguiamo i nostri 10 giorni alle Seychelles visitando la capitale di Mahé. Oltrepassata la piazza del monumento e l’orologio ci dirigiamo al coloratissimo e rumoroso mercato di Victoria, oramai mercato turistico dove molte cose come te, souvenir ecc costano più che in altre parti, comunque ci piace molto. Visitiamo il tempio Indù che si trova dietro al mercato e chiamiamo l’amico di Michel, il proprietario della nostra casa che cortesemente ci condurrà a fare una visita per l’isola. Visitiamo Beau Vallon, la spiaggia più turistica, andiamo a Morne Blanc e alla fattoria di Te, arriviamo dall’altra parte dell’isola , e andiamo ad ammirare le cascate. Il nostro accompagnatore ci riconduce all’aeroporto alle 15 per poter riprendere il volo che ci condurrà a casa in Italia.

Mercato di Mahe, Seychelles
Mercato di Mahe, Seychelles

I nostri 10 giorni alle Seychelles sono terminati ma hanno lasciato pagine e pagine di ricordi meravigliosi all’interno della nostra mente.

Spero vi sia piaciuto il mio racconto dei nostri 10 giorni alle Seychelles e presto tutte le informazioni su cosa, come e quando visitare le isole, costi e come prenotare le escursioni e molto, molto altro.

Un saluto e se vi è piaciuto, ricordatevi di condividerlo sui social.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *