Grotte di Castellana, scoprire piccoli angoli nascosti della Puglia

grotte di castellana

Grotte di Castellana, scoprire piccoli angoli nascosti della Puglia.

Come qualcuno già sa, le mie origini Pugliesi mi hanno portato diverse volte a scoprire questa terra che amo. Quando torno in Puglia, come poi in tutte le altre mete dei miei viaggi, mi piace visitare ciò che mi circonda e la Puglia ha molto da offrire.

Molto spesso si sottovalutano le potenzialità di una regione. La Puglia viene visitata soprattutto per il suo mare cristallino ma, non c’è solo questo. Il sottosuolo di questa regione racchiude un tesoro considerato tra i più importanti complessi speleologici Italiani, le Grotte di Castellana.

Siamo arrivati a Castellana in una calda giornata di luglio, il nostro abbigliamento era sicuramente molto comodo e leggero. Fortunatamente all’interno dell’auto avevamo una  giacca a vento che mi è stata molto preziosa, vista la differenza di temperatura tra il fuori e l’interno delle grotte. Scesi le scale della Grave, ci siamo resi subito conto dell’imponenza della grotta, quì la temperatura ancora non era eccessivamente bassa. Man mano che ci addentriamo sempre di più all’interno delle grotte il fresco si fa sentire, ma la bellezza delle varie formazioni calcaree ce ne fa dimenticare, fino a che arriviamo alla grotta bianca, bellissima e splendente. Ricordo che la temperatura esterna sfiorava i 35° e quella interna si aggira costantemente intorno ai 14/18 gradi

STORIE E LEGGENDE DELLE GROTTE DI CASTELLANA

Le grotte di Castellana racchiudono una storia terrificante, o almeno era quello che pensavano gli abitanti in passato. La zona di castellana è stata da sempre piena di cavità, che si diramavano anche vicino alle zone abitate. In passato, queste cavità buie e senza fine, così si pensava che fossero, ospitavano  colonie di pipistrelli e si sentivano dei rumori insoliti che provenivano da esse. Gli abitanti del luogo,  credevano fossero infestate da fantasmi o spiriti. Forse è per questo che la loro esistenza è stata resa nota da non tantissimo tempo. Infatti solo nel 1938, uno speleologo ebbe il coraggio di calarsi in una di queste fessure per poi fare la più grande scoperta della sua vita.

I lavori andarono un po a rilento, anche per la mancanza di fondi, ed ora abbiamo la possibilità di visitare circa 3 Km di grotte con importanti formazioni.

L’ingresso naturale delle Grotte di Castellana si trova nella voragine più grande denominata La Grave,  dalla quale penetra la luce del sole. Da qui un lungo sentiero sotterraneo conduce nella varie zone di interesse con nomi diversi, dalla caverna della Civetta a quella del Precipizio e via dicendo, fino ad arrivare alla grotta più luminosa e splendente, la Grotta Bianca.

Ci sono delle norme e un regolamento da seguire, vi lascio  qui   il link con tutte le informazioni necessarie.

 

COME ARRIVARE

Le grotte di Castellana si trovano nella  cittadina di Castellana grotte in Piazzale Anelli. Prendere la Roma-Napoli poi la A16 per Bari ed uscire a Bari nord. da lì la ss 172 e prima di Turi prendere la strada provinciale 32 fino a Castellana.

GIORNI E ORARI DI APERTURA

Le Grotte di Castellana sono aperte dal Lunedi alla Domenica dalle ore 8,30 alle ore 18,00. Visitate il sito per verificare se non ci sono cambiamenti  e controllare gli orari delle visite e la lingua desiderata. orari

BIGLIETTI E PREZZI

Il costo del biglietto d’ingresso è di 18 euro per la visita completa e 15 euro per quella parziale. Ci sono poi i biglietti ridotti per bambini, anziani e gruppi, clicca  qui per verificarli.

ABBIGLIAMENTO

Consiglio un abbigliamento comodo e una felpa per ripararsi dagli sbalzi di temperatura.

 

Spero vi sia di aiuto e continuate la visita al blog. Se non volete perdervi nessuna delle nostre avventure vi consiglio di iscrivervi alla news letters 👍😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *