CASTEL SANT’ANGELO IL MAUSOLEO DI ADRIANO, FOTO E CONSIGLI PER VISITARLO

img_1819

Ogni volta che si pensa ad una vacanza, il pensiero va sicuramente al di fuori dall’Italia, senza tener conto che quì abbiamo un tesoro immenso di storia, cultura e bellezze varie. Purtroppo questo è uno sbaglio che facciamo anche noi, ci inganniamo dicendoci “stiamo così vicini che andremo domenica prossima”, ma non è così, il tempo passa, passano gli anni e non si riescono a visitare le bellezze di questo nostro paese tanto amato e visitato da turisti di tutto il mondo.

A tal proposito il giorno del mio compleanno abbiamo deciso di fare un po i turisti per Roma, perché per noi pensare a Roma è pensare al lavoro, shopping o visite mediche, invece in questo sabato speciale vogliamo pensare solo a viverla da turista.

Partiamo da casa non prestissimo, avendo una prenotazione per le 13.00 in un ristorantino particolare di cui vi parlerò più avanti, che di Romano non ha molto ma vicinissimo a Castel Sant’Angelo.

dscf3147
Castel Sant’Angelo

Dopo mangiato facciamo una bella passeggiata in direzione Castel Sant’Angelo e passiamo sopra all’omonimo ponte, imponente ed adornato di statue d’ Angeli,  subito mi vengono in mente mille film che ho visto in Tv in cui riprendono il ponte e sullo sfondo il Magnifico castello. Arriviamo all’ingresso di Castel Sant’angelo  intorno alle 14,30 e troviamo pochissima gente in fila alla biglietteria, paghiamo l’ingresso e purtroppo non ci consegnano nessuna mappa del castello, dovremo andare un po a senso.  Non potremo visitare il passetto e le prigioni, sarà la motivazione giusta per ritornare.

Facciamo la foto al cartello delle indicazioni e con questo cercheremo di orientarci.

dscf3166
Mappa di Castel Sant’Angelo

Facciamo il giro del castello e poi ci dirigiamo alla scalinata Diametrale che ci condurrà al piano superiore, il 2° livello passando per la sale delle Urne, il cuore del sepolcro Romano, ormai privo di tutti i suoi ornamenti e marmi preziosi.

img_1858
corpo di guardia di Castel Santi’Angelo

img_1859

Una lapide incassata in una nicchia riporta le parole di Adriano alla sua anima:

Piccola  anima smarrita e soave,

compagna e ospite del  corpo,

ora t’appresti a scendere in luoghi

incolori, ardui e spogli,

ove non avrai più svaghi consueti.

Un’istante ancora

guardiamo insieme le rive familiare,

le cose che certamente non rivedremo mai più

cerchiamo di entrare nella morte ad occhi aperti.

Subito dopo vediamo una porticina sulla sinistra e decidiamo di esplorarla, ci ritroviamo in una rampa enorme, con i soffitti alti che scende, decidiamo di arrivare comunque alla fine e ci ritroviamo nell’Atrio Romano di fronte all’ingresso, lo visitiamo anche se non c’è molto da vedere se non il plastico di castel Sant’Angelo alle origini e dobbiamo ripercorrere la Rampa Elicoidale, che compie un giro completo all’interno del cilindro per ritrovarci sulla scala che stavamo percorrendo per arrivare al piano superiore .

dscf3204

dscf3202
rampa Elicoidale

image

Arriviamo al cortile dell’Angelo chiamato così per la presenza della statua dell’Arcangelo Michele con le ali di bronzo e da quì entriamo nella sala della Giustizia, una piccola stanza affrescata e piena di fucili lunghissimi e altre armi antiche, poi arriviamo in un’altra sala grande, la sala Apollo con un camino in fondo, anche questa piena di dipinti, e per finire la sala Clemente VII.

img_1900
cortile dell’Angelo
img_1863
Sala della Giustizia
img_1861
Sala della Giustizia
dscf3214
Sala Apollo Castel Sant’Angelo
dscf3244
Sala Clemente VII
img_1871
Loggia di Giulio II Castel Sant’Angelo

Riprendiamo le scale che ci condurranno al 4° livello dove troviamo la loggia di Giulio II con colonne di marmo e un panorama bellissimo sul Tevere, risaliamo ancora delle scale e ci troviamo nell’imponente sala Paolina, da qui si accede poi a degli ambienti piuttosto piccoli con il pavimento in legno che erano gli alloggi del papa. La particolarità di queste stanze sono sicuramente i dipinti presenti e la mobilia originaria, mi colpisce molto il pianoforte antico presente nella stanza da letto.

img_1872
sala Paolina Castel Sant’Angelo
dscf3239
Stanze Papali

dscf3240

dscf3243
stanze Papali
img_1875
stanze papali
img_1897
Veduta da Castel Sant’Angelo

Arriviamo poi al 5° livello dove troviamo la sala del Tesoro, cilindrica , tutta in legno con un forziere enorme in centro, facciamo una rampa di scale ed arriviamo al 6° livello la Terrazza dell’Angelo. Qui si apre a noi uno scenario spettacolare, si possono vedere i teti di Roma, l’altare della Patria, e la visuale della Basilica di San Pietro è sicuramente la più bella.

img_1885
stanza del tesoro Castel Sant’Angelo
dscf3254
Veduta su roma da Castel Sant’Angelo
dscf3260
veduta del Vaticano da Castel Sant’Angelo
dscf3259
Statua dell’Arcangelo Michele

ACCENNI STORICI

Castel Sant’Angelo detto anche Mausoleo di Adriano, è situato a poca distanza dal Vaticano ed è collegato ad esso tramite il Passetto, un corridoio fortificato e sopraelevato.

Cominciato dall’imperatore  Adriano nel 125 d.c. come suo mausoleo funebre, subì varie trasformazioni e venne adibito a prigione, a fortilizio, a difesa di Roma, a sede apostolica e rifugio del papa nei momenti di pericolo.

Prese il suo attuale nome nel 590 d.c. quando il papa Gregorio I, durante una solenne processione per allontanare la pestilenza che affliggeva Roma, ebbe la visione dell‘Arcangelo Michele, la visione fu interpretata come un segno celeste e da allora i Romani lo chiamarono Castel Sant’Angelo. A ricordo posero sullo spalto più alto del castello un’angelo, in origine di legno poi di marmo ed infine di bronzo, costruito nel 1753 da Peter Anton Von Verschaffett.

All’interno del castello fu realizzata una residenza papale affrescata dal Pinturicchio.

Papa Clemente IX fece collocare dieci angeli in marmo sul ponte Elio che da allora venne chiamato Ponte Sant’Angelo.

dscf3161

Il castello è ora Museo passato in gestione al Polo Museale del Lazio.

Dove si trova? Si trova in Lungotevere castello,50 a Roma

Orari di apertura: Aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00 chiuso il lunedi

Costo ingresso 10,00 euro e ridotto 5,00 euro . Bambini gratuiti fino a 18 anni il prezzo del biglietto è soggetto a variazioni.

Visite speciali al passetto e alla prigione tutti i giorni, 4  al giorno, 2 Italiano alle 11,00 e alle 17,00 e 2 in inglese alle 10,00 e alle 16,00. Costo 5,00 euro oltre al biglietto di ingresso al museo. max 15 persone

Ingresso gratuito ogni prima domenica del mese.

Per prenotazioni 06-32810 o visita il sito castelsantangelo.beniculturali.it

Come raggiungere in autobus Castel Sant’Angelo: prendere la metro Linea A fino al Flaminio e poi da Piazza del Popolo il 490 e il 280 , da Lepanto il 280

Auto: Castel Sant’Angelo non si trova in una zona a traffico limitato quindi potrete raggiungerlo con la macchina e trovare parcheggio a Lungotevere in entrambi i sensi di marcia, a Piazza Cavour nel parcheggio sotterraneo che si trova a circa 200 mt dal Castello.

Dove mangiare: il ristorante che sto per consigliarvi ha molto poco di Romano, ma a noi è piaciuto tantissimo, si trova molto vicino a Castel Sant’angelo quindi non dovrete fare grandi spostamenti ed abbiamo mangiato molto bene.  E’ The Fisherman Burger  a piazza Pasquale Paoli, 15 leggi anche The Fisherman Burger un grazioso locale a Roma dove vi sembrerà di stare nel New England

Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *